14 professoresse e professori nominati ai due PF

Nella seduta del 6 e 7 dicembre 2023 il Consiglio dei PF, su richiesta del prof. dott. Joël Mesot, presidente dell’ETH di Zurigo, e del prof. dott. Martin Vetterli, presidente dell’EPFL, ha complessivamente nominato 4 professoresse e 10 professori, assegnato a una persona il titolo di Professor of Practice e ringraziato i 11 professori uscenti. Nel 2023 il Consiglio dei PF ha nominato complessivamente 22 donne e 23 uomini, il che corrisponde a una quota di donne del 49%.

Nuove nomine all’ETH di Zurigo

Il prof. dott. Morteza Aramesh (*1985), attualmente professore assistente tenure track presso la Uppsala University, in Svezia, è nominato professore assistente di biofisica molecolare e cellulare presso il Dipartimento di informatica e ingegneria elettrica. L’attività di ricerca di Morteza Aramesh si colloca al crocevia fra scienze dei materiali, fisica e nanotecnologie ed è finalizzata alle applicazioni in campo biologico e medico. Grazie all’assegnazione dello Starting Grant dell’ERC, Morteza Aramesh porterà avanti progetti in cui i nanopori vengono impiegati per analizzare le proteine delle singole cellule. Inoltre, collaborerà con i gruppi di ricerca del Dipartimento di scienze e tecnologie della salute dell’ETH di Zurigo e dell’Università di Zurigo.

La dott.ssa Amy E. Fraley (*1991), attualmente post-dottoranda presso l’ETH di Zurigo, è nominata professoressa assistente tenure track di chimica medicinale presso il Dipartimento di chimica e scienze biologiche applicate. Il programma di ricerca interdisciplinare di Amy Fraley si concentra sulla biosintesi delle sostanze naturali e collega le questioni evolutive fondamentali con nuove applicazioni biotecnologiche. Nell’ambito del suo ruolo di professoressa assistente, intende ampliare il piano di studi per gli studenti e le studentesse di farmacia con corsi focalizzati sulla biologia sintetica e sulla biocatalisi nell’ambito dello sviluppo dei farmaci. La sua nomina crea nuove opportunità per consolidare l’interscambio fra scienze biologiche e scienze farmaceutiche e, al contempo, consente di approfondire le attuali questioni legate alla sostenibilità ecologica.

Il prof. dott. Mark Fuge (*1986), attualmente professore straordinario presso la University of Maryland, negli Stati Uniti, è nominato professore ordinario di intelligenza artificiale nell’ambito della progettazione ingegneristica presso il Dipartimento di ingegneria meccanica e dei processi. L’attività di ricerca di Mark Fuge si concentra sull’impiego dell’intelligenza artificiale nei processi tecnici di progettazione e sviluppo dei prodotti. In particolare, il professore studia come le macchine possono imparare a progettare altre macchine. È stato premiato per la sua attività di ricerca e vanta una vasta esperienza nell’insegnamento. Con la sua nomina, il Dipartimento rafforza la propria competenza nei campi dell’intelligenza artificiale, della progettazione e della tecnologia produttiva: un aspetto di grande importanza anche per il programma di studi di primo livello, recentemente aggiornato con nuovi focus sui metodi computazionali e sull’apprendimento automatico.

La prof.ssa dott.ssa Eva Heinen (*1981), attualmente professoressa ordinaria presso la Technische Universität di Dortmund, in Germania, è nominata professoressa ordinaria di pianificazione dei trasporti e della mobilità presso il Dipartimento di ingegneria civile, ambientale e geomatica. L’attività di ricerca interdisciplinare di Eva Heinen si concentra sulla mobilità e sui trasporti, al crocevia fra salute, sviluppo sostenibile, pianificazione dei trasporti e dello spazio. Le sue ricerche sul trasporto non motorizzato sono state fondamentali per la fondazione di un gruppo di interesse all’interno della World Conference on Transport Research Society (WCTRS). Inoltre, Eva Heinen vanta di una vasta esperienza nell’insegnamento. La sua nomina consentirà di stabilire importanti interazioni e sinergie con altri istituti e dipartimenti dell’ETH di Zurigo.

Michalis Kokologiannakis (*1993), attualmente dottorando presso l’Istituto Max Planck per i sistemi software di Kaiserslautern, in Germania, è nominato professore assistente tenure track di informatica presso il Dipartimento di informatica. L’attività di ricerca di Michalis Kokologiannakis si concentra sui linguaggi di programmazione e in particolare sulla verifica formale dei programmi. Nell’ambito dei suoi studi, si occupa anche di sviluppare algoritmi avanzati in grado di analizzare con grande efficienza un elevato numero di esecuzioni di programmi. L’attività di ricerca di Michalis Kokologiannakis crea un ponte fra i fondamenti teorici e le applicazioni pratiche: un aspetto che ha consentito allo studioso di instaurare produttive collaborazioni con il mondo industriale e di trasferire le sue ricerche nella pratica.

Il dott. Xiaohua Qin (*1984), attualmente senior assistant e docente presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore assistente di ingegneria dei biomateriali presso il Dipartimento di scienze e tecnologie della salute. L’attività di ricerca di Xiaohua Qin si concentra sullo sviluppo di biomateriali di nuova generazione e processi produttivi avanzati per applicazioni all’avanguardia in campo biomedico: attività che nel 2022 gli è valsa l’assegnazione di uno Starting Grant dell’ERC, sovvenzionato dalla SEFRI. Ha pubblicato un lungo elenco di articoli sottoposti a revisione paritaria e due dei suoi quattro brevetti sono già stati impiegati nell’industria della tecnologia medica. La sua nomina va a rafforzare ulteriormente i legami fra gli ambiti di ricerca della tecnologia dei biomateriali, della biomeccanica e della tecnologia medica.

Martina Voser (*1973), attualmente titolare e parte della direzione di mavo Landschaften gmbh, nonché visiting professor presso l’ETH di Zurigo, è nominata professoressa ordinaria di architettura del paesaggio presso il Dipartimento di architettura. Martina Voser è una delle figure più note nel campo dell’architettura del paesaggio in Svizzera e ha ricevuto vari riconoscimenti per il suo lavoro. I suoi progetti non soltanto sono di grande impatto visivo e si fondano su un concept solido, ma rivestono anche una funzione sociale ed ecologica. Oltre ad aver ottenuto risultati eccellenti nella pratica, da anni contribuisce fortemente a plasmare il dibattito tecnico-teorico e politico-professionale. Martina Voser non solo si occupa di insegnamento, ma è anche una giurata, critica ed esperta molto apprezzata. Inoltre, fa parte di varie commissioni e organismi consultivi.

Il dott. Basile Isidore Martin Wicky (*1988), attualmente post-dottorando presso la University of Washington di Seattle, negli Stati Uniti, è nominato professore assistente tenure track di progettazione biomolecolare presso il Dipartimento di biosistemi. L’attività di ricerca di Basile Wicky si concentra sulla progettazione computerizzata di proteine e sulla biologia sintetica per la programmazione dei sistemi biomolecolari e cellulari. Uno degli obiettivi a lungo termine delle sue ricerche è sviluppare nuove terapie molecolari e cellulari. La sua nomina agevolerà la creazione di importanti sinergie sia con la sfera della ricerca accademica sia con l’industria biotecnologica e quella farmaceutica: settori particolarmente interessati all’impiego dell’intelligenza artificiale per la scoperta e lo sviluppo di nuovi farmaci.

Promozioni all’ETH di Zurigo

Il prof. dott. Elliott Ash (*1984), professore assistente tenure track presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore straordinario di diritto, economia e scienze dei dati presso il Dipartimento di scienze umane, sociali e politiche. Il punto focale dell’attività di ricerca di Elliott Ash è l’analisi empirica del diritto e dei sistemi giuridici. Applicando processi di apprendimento automatico, elaborazione del linguaggio naturale ed econometria a grandi insiemi di dati giuridici, studia gli effetti di leggi, decisioni dei tribunali e contratti sul comportamento umano e sui mercati. Grazie ai suoi studi, è una delle figure più illustri a livello internazionale nell’ambito della ricerca giuridica. Ha già ottenuto vari fondi da parte di terzi, fra cui uno Starting Grant dell’ERC nel 2022, oltre ad aver contribuito alla fondazione di quattro spin-off.

Il prof. dott. Hubert Pausch (*1984), attualmente professore assistente tenure track presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore straordinario di genomica animale presso il Dipartimento di scienze dei sistemi ambientali. Hubert Pausch conduce ricerche nel campo della genomica genetica degli animali da reddito. Integrando in modo molto creativo le innovazioni tecnologiche più recenti nel proprio programma di ricerca, contribuisce ulteriormente all’innovazione. Inoltre, questo scienziato di spicco fa parte di numerosi comitati di esperti ed è fortemente impegnato nelle attività di pubbliche relazioni. Hubert Pausch, con il suo approccio creativo e strumenti moderni, figura tra i leader nel campo dell’analisi genomica dei bovini, un ambito di ricerca estremamente attuale, e si integra perfettamente nel focus di ricerca del Dipartimento.

Il prof. dott. Sascha Patrick Quanz (*1979), attualmente professore straordinario presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore ordinario di esopianeti e abitabilità presso il Dipartimento di fisica. Sascha Quanz è riconosciuto a livello internazionale come scienziato leader nel campo in espansione della ricerca sugli esopianeti e la sua attività si concentra sull’individuazione diretta e sulla caratterizzazione di pianeti extrasolari. Partecipa a numerosi programmi di osservazione con il telescopio spaziale James Webb e telescopi terrestri, oltre che a consorzi per lo sviluppo di strumenti. È una delle figure chiave del nuovo Centre for Origin and Prevalence of Life dell’ETH di Zurigo, dove opera in veste di vicedirettore, oltre ad avere la responsabilità di vicedirettore dell’iniziativa ETH Zurich | Space (entrambi gli organi sono stati fondati nel 2022).

Il prof. dott. Rico Zenklusen (*1981), attualmente professore straordinario presso l’ETH di Zurigo, è nominato professore ordinario di matematica presso il Dipartimento di matematica. Rico Zenklusen conduce ricerche nel campo dell’ottimizzazione combinatoria. L’obiettivo principale di questo settore è l’impiego di tecniche matematiche per sviluppare algoritmi rapidi per una vasta gamma di questioni di calcolo. È uno dei matematici più illustri e riconosciuti a livello internazionale. Il vicedirettore dell’Institute for Operations Research vanta una vasta rete internazionale di collaboratori e collaboratrici, che si rispecchia anche nel suo impressionante portafoglio di pubblicazioni. Ha ricevuto svariati riconoscimenti, tra cui un Consolidator Grant dell’ERC nel 2018 e il Golden Owl dell’ETH di Zurigo nel 2021.

Nuova nomina all’EPFL

La dott.ssa Charlotte Bunne (*1995), attualmente post-dottoranda presso la Stanford University, negli Stati Uniti, è nominata professoressa assistente tenure track di informatica e sistemi di comunicazione e scienze della vita presso la Facoltà di informatica e comunicazione e presso la Facoltà di scienze della vita. Charlotte Bunne unisce nel suo lavoro di ricerca tecniche di prim’ordine provenienti dai settori dell’informatica e delle scienze naturali. Essa si avvale di approcci di deep learning ispirati alla teoria del trasporto ottimale per prevedere con la massima precisione possibile le reazioni dei pazienti e delle pazienti a un trattamento medico a livello cellulare. Offre piani di trattamento personalizzati ai pazienti e il suo intento è accelerare la scoperta di nuove terapie, in particolare nell’ambito delle neuroscienze. Le ricerche interdisciplinari di Charlotte Bunne sono state più volte premiate e oggetto di numerose citazioni.

Promozione all’EPFL

Il prof. dott. Wenzel Jakob (*1983), attualmente professore assistente tenure track presso l’EPFL, è nominato professore straordinario di informatica e sistemi di comunicazione presso la Facoltà di informatica e comunicazione. Wenzel Jakob conduce ricerche nel campo della grafica computerizzata, focalizzandosi in particolar modo sul rendering per la creazione di immagini fotorealistiche. I suoi lavori hanno portato a impressionanti progressi tecnologici, che consentono di modellare strutture fisiche complesse con una maggiore precisione. Inoltre, con il sistema di rendering Mitsuba ha creato un software libero molto utilizzato sia nell’ambito accademico sia in quello industriale. Le ricerche di Wenzel Jakob sono ampiamente riconosciute e hanno ottenuto diversi premi, fra cui uno Starting Grant dell’ERC nel 2020.

Assegnazione del titolo di «Professor of Practice»

Al prof. dott. Stefan Kurz (*1966), attualmente VP Senior Chief Expert presso Robert Bosch GmbH e docente presso l’Università di Jyväskylä, in Finlandia, viene assegnato il titolo di Professor of Practice dell’ETH di Zurigo. Stefan Kurz è una figura di spicco molto apprezzata nel campo industriale, con un vasto background nell’ambito della ricerca e dello sviluppo. Nel corso della sua carriera, ha offerto contributi significativi e accelerato l’innovazione sia nel mondo industriale sia in quello scientifico. Presso l’ETH di Zurigo si occuperà delle attuali tematiche di ricerca e sviluppo in ambito industriale e offrirà un gran numero di progetti nelle aree fondamentali della modellazione ibrida e dell’elettromagnetismo assistito da computer. Assumerà queste responsabilità all’inizio di febbraio 2024 e da allora deterrà il titolo di «Professor of Practice».

Ringraziamenti ai docenti uscenti (ETH di Zurigo)

Il prof. dott. Joachim M. Buhmann (*1959), attualmente professore ordinario di informatica (Information Science and Engineering) presso il Dipartimento di informatica, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Joachim M. Buhmann è entrato all’ETH di Zurigo nel 2003 in qualità di professore ordinario. Il focus principale della sua attività di ricerca sono gli algoritmi nelle scienze empiriche. Si è occupato di apprendimento automatico, visione computerizzata e analisi statistica dei dati, stabilendo connessioni con l’ingegneria e le scienze della vita. Per i suoi studi nel campo della medicina è stato insignito del Fellow Award dalla International Association for Pattern Recognition ed è stato ammesso come membro individuale nell’Accademia svizzera delle scienze tecniche (SATW).

Il prof. dott. Paolo Ermanni (*1959), attualmente professore ordinario di materiali compositi e strutture adattive presso il Dipartimento di ingegneria meccanica e dei processi, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Paolo Ermanni ha iniziato la propria collaborazione con l’ETH di Zurigo nel 1998, come professore straordinario. Il suo lavoro di ricerca verte sui sistemi strutturali tecnici e studia strutture leggere multifunzionali, sistemi aerospaziali riconfigurabili, sistemi biomedici e tecnologie composite sostenibili. La sua fama a livello nazionale e internazionale si riflette in un impressionante numero di pubblicazioni su riviste specialistiche, brevetti, collaborazioni e riconoscimenti. Questo docente molto apprezzato ha inoltre partecipato a diversi organismi e comitati internazionali e svolto una vasta gamma di compiti istituzionali presso l’ETH di Zurigo.

Il prof. dott. Hansjörg Grützmacher (*1959), attualmente professore ordinario di chimica inorganica presso il Dipartimento di chimica e di scienze biologiche applicate, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Hansjörg Grützmacher ha iniziato la propria collaborazione con l’ETH di Zurigo nel 1995, come professore straordinario. La sua attività di ricerca si concentra su nuove molecole con proprietà di legame insolite. Oltre al lavoro teorico, che ha fornito una visione fondamentale sulla chimica degli elementi pesanti del gruppo principale, ha svolto anche attività di ricerca applicata, per cui ha ricevuto numerosi premi. Nel corso della sua carriera, è stato autore di oltre 300 pubblicazioni e più di 20 brevetti. Inoltre, è stato membro del consiglio di amministrazione di «Angewandte Chemie», una delle riviste di chimica più autorevoli al mondo.

Il prof. Christian Kerez (*1962), attualmente professore ordinario di architettura e progettazione presso il Dipartimento di architettura, andrà in pensione alla fine di luglio 2025. Christian Kerez è entrato all’ETH di Zurigo nel 2003, come professore assistente tenure track. È uno dei maggiori architetti europei contemporanei ed è noto per il rigore del suo approccio alla progettazione, la straordinaria riduzione dei mezzi e l’integrazione tra forma e costruzione, che conferiscono alle sue opere un’elevata individualità e le collocano al contempo all’interno della tradizione modernista svizzera. Oltre alla pratica architettonica, anche le sue ricerche e i suoi contributi sono da tempo punti di riferimento sulla scena internazionale. Nel campo della progettazione architettonica, ha contribuito a migliorare in modo sostanziale il profilo dell’ETH di Zurigo.

Il prof. dott. James W. Kirchner (*1959), attualmente professore ordinario di fisica dei sistemi ambientali presso il Dipartimento di scienze dei sistemi ambientali, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Nel 2007, James W. Kirchner è stato scelto dal Consiglio federale come direttore dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio WSL e contemporaneamente nominato professore ordinario dell’ETH di Zurigo dal Consiglio dei PF. Il suo ambito di ricerca comprende l’idrologia e la geomorfologia, stabilendo connessioni con l’ecologia evolutiva, la paleobiologia e l’analisi dei sistemi. La sua attività di ricerca gli è valsa numerosi riconoscimenti. Questo ricercatore di fama internazionale ha inoltre ricoperto vari ruoli in diversi organi, anche per il Consiglio europeo della ricerca relativamente agli Starting, Consolidator e Advanced Grant dell’ERC. Nei cinque anni in cui James W. Kirchner è stato direttore del WSL, l’istituto ha rafforzato il proprio nucleo scientifico e ha ulteriormente esteso il proprio importante ruolo di ponte tra scienza e pratica.

Il prof. dott. Johann W. Kolar (*1959), attualmente professore ordinario di elettronica di potenza presso il Dipartimento di informatica e ingegneria elettrica, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Johann W. Kolar è entrato all’ETH di Zurigo nel 2001 in qualità di professore straordinario. Considerato padre della tecnologia del convertitore AC/DC multifase ad alta frequenza, ha gettato le basi per la ricerca sui sistemi raddrizzatori di alta qualità, compatti ed efficienti. All’avanguardia in questo ambito di ricerca a quei tempi nuovo, ha proseguito costantemente con le sue ricerche. Il suo lavoro rivoluzionario è stato sovvenzionato mediante contributi per la ricerca da parte del mondo industriale e degli istituti di ricerca, ottenendo diversi riconoscimenti. Ha depositato oltre 200 brevetti in tutto il mondo ed è titolare di un centinaio di essi.

Il prof. dott. Richard Pink (*1959), attualmente professore ordinario di matematica presso il Dipartimento di matematica, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Richard Pink è entrato all’ETH di Zurigo nel 1999 in qualità di professore ordinario. Le sue attività di ricerca spaziano fra varie aree dell’algebra e della teoria dei numeri. Insieme a ricercatori e ricercatrici di altre università ha raggiunto importanti risultati di ricerca, per cui è anche stato premiato. Nel 2002 ha partecipato come relatore al Congresso internazionale dei matematici, tenutosi a Pechino. Inoltre, Richard Pink è stato per alcuni anni direttore del Dipartimento di matematica dell’ETH di Zurigo. Alcuni testi provenienti dall’attività di docenza di questo mentore dedicato sono tuttora utilizzati nelle università di tutto il mondo.

Il prof. dott. Andreas Stemmer (*1962), attualmente professore ordinario di nanotecnologie presso il Dipartimento di ingegneria meccanica e dei processi, andrà in pensione alla fine di agosto 2024. Andreas Stemmer è arrivato nel 1995 all’ETH di Zurigo come professore assistente tenure track. La sua attività di ricerca copre un ampio spettro di tematiche e ambiti delle nanoscienze e delle nanotecnologie. È stato uno dei pochissimi al mondo ad essere riuscito, insieme al suo gruppo di ricerca, a generare elettricità con cellule immunitarie umane in una cella a biocombustibile e ad aver chiarito il meccanismo alla base di questo processo. Le sue ricerche sono state documentate in oltre 150 pubblicazioni su illustri riviste specialistiche internazionali. Oltre alla sua apprezzata attività di docenza, è stato molto attivo sia all’interno che all’esterno dell’ETH di Zurigo, anche come delegato del Presidente per le nomine di professori e professoresse.

Il prof. dott. Luc Van Gool (*1959), attualmente professore ordinario di computer vision presso il Dipartimento di informatica e ingegneria elettrica, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Luc Van Gool è entrato all’ETH di Zurigo nel 1998 in qualità di professore ordinario. Fra i punti focali della sua attività di ricerca, ricordiamo il riconoscimento di oggetti 2D e 3D, la visione robotica e il flusso ottico. Oggi la sua tecnologia è impiegata anche in telefoni mobili, visori per la realtà virtuale e veicoli a guida autonoma. La sua mappa della città in 3D «VarCity» ha suscitato grande interesse a livello internazionale: si tratta di un’applicazione in grado di creare una mappa cittadina dinamica grazie alle immagini di droni, webcam e social media, progetto per cui ha ottenuto un Advanced Grant dell’ERC. Figura fra gli scienziati più citati al mondo nel campo dell’informatica.

Ringraziamenti ai docenti uscenti (EPFL)

Il prof. dott. Thomas Keller (*1959), attualmente professore ordinario di analisi strutturale presso la Facoltà di costruzione, architettura e ambiente, andrà in pensione alla fine di luglio 2024. Thomas Keller ha studiato presso l’ETH di Zurigo e nel 1998 è entrato come professore straordinario nell’EPFL, dove nel 2002 ha fondato il Composite Construction Laboratory (CCLab). La sua ricerca si focalizza su soluzioni composite o ibride per materiali, componenti e sistemi strutturali. Il suo laboratorio ha contribuito in maniera sostanziale a una migliore caratterizzazione sperimentale del comportamento meccanico dei nuovi materiali. Questo ricercatore pluripremiato, nonché docente impegnato, vanta un impressionante portafoglio di pubblicazioni e fa parte di vari comitati.

Il prof. dott. Andrea Rinaldo (*1954), attualmente professore ordinario di ingegneria ambientale presso la Facoltà di costruzione, architettura e ambiente, andrà in pensione alla fine di settembre 2024. Andrea Rinaldo è entrato nell’EPFL nel 2008 come professore ordinario e ha fondato il Laboratorio di ecoidrologia (ECHO). Conduce ricerche nel campo dell’ecoidrologia e dell’idrogeomorfologia ed è riconosciuto a livello internazionale per i suoi approcci innovativi. Le sue ricerche gli sono valse numerosi premi, fra i quali il rinomato Water Prize di Stoccolma, che rappresenta il maggiore riconoscimento esistente nel suo campo di attività. È un docente estremamente dedicato e ha ricoperto vari ruoli all’interno dell’università, fra cui quello di direttore dell’Istituto di ingegneria ambientale per diversi anni.

Il Consiglio dei PF ringrazia i professori uscenti per il lavoro svolto nell’ambito della scienza, dell’insegnamento e dell’amministrazione accademica.

Potresti anche essere interessato a questo contenuto