L’ETH di Zurigo è uno degli istituti politecnici più prestigiosi. È rinomato per la sua eccellente attività didattica, una ricerca fondamentale pionieristica e la diretta applicazione pratica delle conoscenze acquisite. L’ETH di Zurigo offre ai ricercatori un ambiente stimolante e agli studenti un percorso formativo completo.

Fondato nel 1855, l’ETH di Zurigo ospita oggi quasi 20 100 studenti e dottorandi provenienti da 120 paesi. Oltre 500 tra professori e professoresse insegnano e conducono attività di ricerca nel campo dell’ingegneria, dell’architettura, della matematica, delle scienze naturali, delle scienze sistemiche, come pure delle scienze sociali e manageriali.

Nelle valutazioni condotte fra le università internazionali, in termini di qualità l’ETH di Zurigo si classifica sempre ai primi posti nel mondo. Nel 2018 ha raggiunto nuovamente la top 12 mondiale (classificandosi 7° nella graduatoria QS World e 11° nella graduatoria THE World), e si è persino aggiudicato il primo posto nell’Europa continentale (graduatoria THE Europe). Sono ben 21 i premi Nobel che hanno studiato, insegnato o svolto qui attività di ricerca. Le innovazioni del politecnico vanno ad arricchire i settori più proiettati verso il futuro: dall’informatica alla micro e nanotecnologia, fino alle apparecchiature mediche high-tech. Le 407 aziende spin-off dal 1996, i circa 100 brevetti registrati annualmente e le circa 1500 collaborazioni attualmente in corso con aziende in Svizzera e in tutto il mondo testimoniano il successo raggiunto dall’ETH di Zurigo nel trasferire le conoscenze all’economia e alla società.

L’ETH di Zurigo contribuisce all’elaborazione di soluzioni sostenibili alle sfide globali. L’ETH di Zurigo si focalizza sul settore Data Science (scienza dei dati) specialmente in fatto di cybersicurezza, sulla salute con una nuova laurea di primo livello in medicina (dal 2017), sulla sostenibilità con tematiche quali approvvigionamento energetico o alimentazione nel mondo nonché sulle nuove tecnologie di produzione.