Consiglio federale, 27 novembre 2019

Berna, 27.11.2019 - Il 27 novembre 2019, su proposta del Consiglio dei PF, il Consiglio federale ha nominato Christian Rüegg nuovo direttore dell’Istituto Paul Scherrer (PSI). Il 43enne subentra a Thierry Strässle che dirige l’Istituto ad interim dall’inizio dell’anno. Rüegg è attualmente responsabile della divisione di ricerca sui neutroni e sui muoni presso il PSI. Entrerà in carica il 1° aprile 2020. Il Consiglio federale ha inoltre prolungato di un anno, fino a fine giugno 2021, il mandato di Konrad Steffen come direttore dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL).

Il PSI è stato diretto fino alla fine del 2018 da Joël Mesot, che poi, dall’inizio del 2019, ha assunto la carica di Presidente del Politecnico federale di Zurigo. Da allora il PSI è diretto ad interim da Thierry Strässle. Al bando internazionale hanno risposto 21 uomini e una donna. Dopo un intenso processo di selezione durato vari mesi, il Consiglio dei PF ha deciso all’unanimità di proporre al Consiglio federale la nomina di Christian Rüegg come nuovo direttore del PSI.

Argoviese, Rüegg ha studiato fisica al Politecnico di Zurigo e ha conseguito il dottorato nel 2005 presso il laboratorio di diffrazione neutronica del PF di Zurigo e del PSI. Successivamente, dal 2005 al 2011, ha lavorato al London Centre for Nanotechnology dell’University College London (UCL) ed è stato Royal Society University Research Fellow nonché Assistant e Associate Professor presso l’UCL. Dal 2011 al 2016 ha diretto il laboratorio di diffrazione neutronica e imaging della divisione di ricerca sui neutroni e sui muoni presso il PSI. Dal 2017 dirige la divisione e da maggio 2018 è membro della direzione del PSI. Dal 2012, inoltre, è professore all’Università di Ginevra. Rüegg è esperto in fisica dei solidi e lavora ai fenomeni quantistici nel magnetismo. Per i suoi lavori ha ricevuto alcuni rinomati premi scientifici, tra cui il Lewy-Bertaut Prize e il Nicolas Kurze European Science Prize, e un ERC Grant; ha anche dato un apporto fondamentale per quanto riguarda l’impiego e lo sviluppo della strumentazione della sorgente di neutroni svizzera SINQ e delle sorgenti europee ILL ed ESS e rappresenta questo campo di ricerca in vari organismi internazionali. Il Consiglio federale ha nominato Rüegg per quattro anni.

Lo stesso giorno era prevista anche la nomina del direttore dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL). Su proposta del Consiglio dei PF, il Consiglio federale ha confermato il 67enne Konrad Steffen per il periodo compreso tra luglio 2020 e fine giugno 2021.

La sua rielezione è legata alla decisione di principio del Consiglio dei PF di unire a medio termine WSL ed EAWAG, l’Istituto federale per l’approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque, per formare un nuovo «Swiss Federal Institute of Technology for Environment and Sustainability».