Consiglio federale, 24 ottobre 2018

Il 24 ottobre 2018 il Consiglio federale ha nominato il prof. Joël Mesot alla presidenza del PF di Zurigo. La nomina è stata proposta dal Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), su raccomandazione unanime del Consiglio dei PF. Dal 2008 Joël Mesot è direttore dell’Istituto Paul Scherrer. Inoltre è titolare di una cattedra presso i due PF di Zurigo e Losanna. Entrerà in funzione il 1° gennaio del 2019 in sostituzione del prof. Lino Guzzella, in carica dal 2015. Durante la presidenza del prof. Guzzella il PF di Zurigo ha ulteriormente consolidato la propria fama a livello internazionale.

Prof. Dr. Joël Mesot

Per ricoprire l’importante carica di presidente del PF di Zurigo è stato scelto Joël Mesot, stimato uomo di scienza che ha saputo dirigere istituti scientifici e di ricerca secondo i criteri più moderni. È stato nominato per un mandato ordinario di quattro anni, e la scelta del Consiglio federale è avvenuta su proposta del capo del DEFR, il consigliere federale Johann Schneider-Ammann, e su raccomandazione unanime del Consiglio dei PF, che ha diretto la procedura di selezione.

Oltre alle candidature pervenute nel quadro del bando pubblico, al Consiglio dei PF sono giunte da più parti diverse altre proposte, per un totale di 40 candidati tra cui 18 donne. La procedura di selezione si è svolta in più fasi, comprendenti anche un assessment esterno, ed è stata condotta da un organo guidato dal dott. Fritz Schiesser, presidente del Consiglio dei PF. 

Mesot è cresciuto a Ginevra e ha studiato fisica al PF di Zurigo, dove ha conseguito il dottorato nel 1992. Dopo aver soggiornato negli Stati Uniti e in Francia, nel 1999 è arrivato all’Istituto Paul Scherrer, di cui è stato nominato direttore dal Consiglio federale nel 2008. Da allora è anche professore ordinario presso i due PF di Losanna e Zurigo. È di lingua madre francese e parla correntemente tedesco, inglese e spagnolo.

Con Mesot l’Istituto Paul Scherrer si è sviluppato considerevolmente, raggiungendo i massimi livelli internazionali come user lab e istituto di ricerca. Tra le innovazioni più importanti: la messa in funzione del laser a raggi X SwissFEL, un’apparecchiatura di ricerca unica al mondo; la protonterapia per il trattamento delle malattie tumorali; e la realizzazione del PARK INNOVAARE presso l’Istituto Paul Scherrer come sede del parco svizzero dell’innovazione. Mesot ha promosso la collaborazione con partner privati, rafforzando così il trasferimento di conoscenze dal settore della ricerca di base a quello delle applicazioni.

Nel 2002 Mesot è stato insignito del premio Latsis del PF di Zurigo per l’eccellenza delle sue attività di ricerca. È membro del consiglio di fondazione del Technopark Aargau e dello Swiss Innovation Park come pure del consiglio d’amministrazione della PARK INNOVAARE SA. Mesot è anche membro del Consiglio dei PF, in seno al quale rappresenta gli istituti di ricerca del settore dei PF. 

Grazie alla sua esperienza in qualità di ricercatore e di dirigente conosce approfonditamente sia i diversi ambiti disciplinari in cui opera il PF di Zurigo, sia le tematiche più importanti in ambito formativo, di ricerca, sociale ed economico. Nell’era della digitalizzazione i PF svolgono un ruolo fondamentale per assicurare alla Svizzera un futuro di successo.

Il Consiglio federale tiene fin d’ora a ringraziare il prof. Lino Guzzella, presidente in carica fino alla fine del 2018 e già rettore del PF di Zurigo, per il suo forte impegno in favore delle scuole universitarie, della ricerca e della creazione di conoscenza in Svizzera. Nel maggio di quest’anno Guzzella ha reso di noto di non essere più disponibile per un secondo mandato. Sotto la sua direzione il PF di Zurigo ha consolidato il proprio ruolo di scuola universitaria di eccellenza a livello internazionale, grazie alle ottime prestazioni in ambito di ricerca, insegnamento e trasferimento di tecnologie.

Informazioni sul PF di Zurigo

Il Politecnico federale di Zurigo (PFZ) è tra le migliori scuole universitarie tecnico-scientifiche al mondo. Fondato nel 1855, conta attualmente più di 20 000 studenti e dottorandi, provenienti da 120 Paesi. Più di 500 docenti svolgono attività didattica e di ricerca nei settori delle scienze naturali e ingegneristiche, dell’architettura, della matematica, delle scienze orientate ai sistemi, nonché delle scienze manageriali e delle scienze sociali. Nella maggior parte delle classifiche internazionali il PFZ si colloca regolarmente tra le migliori Università. Dal 1996, 380 imprese spin-off, circa 90 domande di brevetto presentate ogni anno, e circa 1500 collaborazioni con aziende in Svizzera e nel mondo dimostrano il successo del PFZ nel trasferimento di conoscenze all’economia e alla società.