Il Consiglio dei PF riferisce in primo luogo all’attenzione della Confederazione, e, in secondo luogo, all’attenzione del Parlamento, mentre il rendiconto è destinato anche all’opinione pubblicata interessata.

Per il Settore dei PF, il rendiconto del Consiglio dei PF riveste un ruolo fondamentale. Esso è costituito dal rapporto annuale e dalla valutazione intermedia allestita a metà del periodo di prestazioni, che di solito dura quattro anni.

Valutazione intermedia

A metà del periodo di prestazioni, il Consiglio dei PF redige un rapporto di autovalutazione che illustra in sintesi il raggiungimento degli obiettivi strategici del Consiglio federale per il Settore dei PF. Tale rapporto funge da base per la valutazione esterna (peer review) commissionata dal Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR). Il rapporto di autovalutazione, la valutazione esterna e i relativi pareri costituiscono il cosiddetto rapporto intermedio. IL DEFR lo sottopone al Parlamento unitamente alla richiesta per il limite di spesa per il periodo di prestazioni successivo.

Rendiconto annuale consolidato

Nell’ambito dell’obbligo di rendiconto annuale nei confronti della Confederazione, il Consiglio dei PF illustra i vari aspetti dello sviluppo del Settore dei PF. Il rendiconto annuale è un’autovalutazione critica del Settore dei PF stilato da parte del Consiglio dei PF e integra il rendiconto sull’impiego dei contributi finanziari della Confederazione. Tale rendiconto, incentrato sugli obiettivi strategici del Consiglio federale per il Settore dei PF, viene presentato al Consiglio federale ed è destinato però anche al Parlamento e all’opinione pubblica interessata. Il conto consolidato del Settore dei PF comprende il bilancio, il conto economico, il conto degli investimenti e il conto del flusso di fondi nonché un’appendice. Il Consiglio dei PF redige inoltre ogni anno rapporti specialistici che vanno presentati all’Amministrazione federale.