Il Consiglio dei PF emana disposizioni sulla supervisione ed esercita la supervisione strategica nell’ambito del Settore dei PF.

Conformemente alla Legge sui PF, l’emanazione di disposizioni sulla supervisione e l’esercizio della supervisione strategica nel Settore dei PF rientrano nei compiti del Consiglio dei PF. Ai fini della supervisione strategica, quest’ultimo fa ricorso principalmente a due strumenti: in primo luogo, allo scambio di informazioni periodico con le direzioni delle istituzioni del Settore dei PF e, in secondo luogo, a vari tipi di valutazioni relative alle istituzioni del Settore dei PF o a parti di esse. I risultati della supervisione esercitata dal Consiglio dei PF confluiscono anche nel rendiconto presentato alla Confederazione e di conseguenza nel rapporto annuale e nella valutazione intermedia (peer review).

Riunioni di dialogo

A cadenza annuale, i membri del Consiglio dei PF si riuniscono con i vertici dei due PF e degli istituti di ricerca per fare il punto della situazione (dialogo). I principali obiettivi del dialogo sono

  • il rendiconto delle istituzioni sul grado di realizzazione di quanto previsto dagli accordi sugli obiettivi (parte dedicata al reporting) e
  • uno scambio aperto di informazioni e vedute in merito a temi di attualità e strategie di sviluppo (parte dedicata alle strategie).

Nella parte dedicata alle strategie si illustra ed esamina, in particolare, anche il posizionamento della singola istituzione all’interno del settore dei PF, nello spazio universitario e della ricerca svizzero, nonché nel contesto della concorrenza internazionale.

Valutazioni

Le valutazioni a cura di panel di esperti indipendenti godono di particolare importanza nel mondo della ricerca. Il Consiglio dei PF sfrutta efficacemente questo strumento in tre diverse forme:

I. Valutazioni di singole unità delle istituzioni (dipartimenti, facoltà, unità di ricerca) o di istituti di ricerca. Esse vengono effettuate dalle direzioni delle istituzioni ogni otto anni circa; il Consiglio dei PF prende atto dei risultati e riesamina alcuni punti importanti nel corso del dialogo.

II. In via eccezionale, il Consiglio dei PF può anche commissionare personalmente una valutazione in virtù della propria funzione di sorveglianza. Ciò può avvenire in ambiti interistituzionali o nel caso di valutazioni tematiche finalizzate a importanti decisioni strategiche.

III. Trascorsa la metà del periodo di prestazioni, il Consiglio dei PF effettua, per conto del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR), una cosiddetta valutazione intermedia, allo scopo di verificare l’adempimento degli obiettivi strategici. Questa valutazione e il relativo parere del Consiglio dei PF forniscono le basi per gli obiettivi strategici del periodo di prestazioni successivo. Le valutazioni nel Settore dei PF fanno parte del compito di supervisione strategica e garanzia della qualità previsto dalla Legge sui PF.