Consiglio federale, 20 gennaio 2016

Su proposta del Consiglio dei PF, il 20 gennaio 2016 il Consiglio federale ha rieletto per altri quattro anni il direttore dell’Istituto Paul Scherrer (PSI), Joël Mesot, e il direttore dell’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), Konrad Steffen. Mesot inizierà il suo terzo mandato il 1° agosto 2016, mentre Steffen comincerà il suo secondo mandato il 1° luglio 2016.

Sotto la guida di Joël Mesot l’Istituto Paul Scherrer si è riconfermato come maggiore centro di ricerca svizzero per le scienze naturali e l’ingegneria. Mesot ha anche moltiplicato il numero di cattedre congiunte dell’PSI con i due politecnici federali e altre università svizzere, intensificando così ulteriormente i legami tra la ricerca di punta e l’insegnamento di eccellenza. Sempre sotto la sua guida l’PSI ha costruito il Laser a elettroni liberi a raggi X SwissFEL, che permetterà alla Svizzera di mantenere anche nei prossimi anni il primato nel panorama della ricerca internazionale.

Mesot si è laureato in fisica e nel 1992 ha conseguito il dottorato presso il Politecnico federale di Zurigo. Dopo vari soggiorni negli Stati Uniti e in Francia è approdato all’PSI nel 1999, istituto del quale nel 2007 è diventato direttore su nomina del Consiglio federale. Dal 2008 è inoltre professore ordinario presso i Politecnici federali di Losanna e Zurigo. È membro del senato dell’Associazione Helmholtz dei centri di ricerca tedeschi (Helmholtz-Gemeinschaft deutscher Forschungszentren) e del consiglio di amministrazione dell’Associazione europea delle infrastrutture di ricerca (European Association of National Research Facilities, ERF) e di diversi altri comitati di esperti extraeuropei. È inoltre secondo vicepresidente del consiglio della fondazione Marcel Benoist e membro dei consigli di fondazione della Förderstiftung Technopark Aargau e del Parco svizzero dell’innovazione, nonché nel consiglio di amministrazione della PARK innovAARE AG. Joël Mesot è infine membro del Consiglio dei PF, dove rappresenta i quattro istituti di ricerca del settore dei PF.

Durante il suo primo mandato Konrad Steffen ha saputo consolidare il ruolo dell’WSL come centro di ricerca all’avanguardia nel campo dell’ambiente terrestre. La creazione di cattedre congiunte di ecologia del paesaggio e di glaciologia ha permesso di rafforzare la collaborazione con il Politecnico federale di Zurigo. Al fine di esaminare lo stato e l’evoluzione del paesaggio, dei boschi, della biodiversità, dei pericoli naturali, della neve e del ghiaccio e di apportare soluzioni ad alcuni problemi della nostra società, egli promuove innanzitutto l’analisi di misurazioni effettuate sul lungo periodo.

Steffen si è laureato in scienze naturali e nel 1984 ha conseguito il dottorato presso il Politecnico federale di Zurigo. Nel 1990 è poi stato nominato professore di climatologia all’Università del Colorado a Boulder, negli Stati Uniti, presso la quale è in seguito diventato capo dell’istituto di ricerca in scienze ambientali CIRES. Nominato direttore dell’WSL dal Consiglio federale nel 2011, dal 2012 è anche professore di clima e criosfera presso i Politecnici federali di Zurigo e Losanna. Konrad Steffen è membro di rinomati comitati internazionali e ha apportato importanti contributi alla scienza: è ad esempio stato co-autore del capitolo sulla criosfera del quinto rapporto mondiale sul clima del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC).