Consiglio federale, 22 febbraio 2017

Su proposta del Consiglio dei politecnici federali, il 22 febbraio 2017 il Consiglio federale ha riconfermato per altri quattro anni Gian-Luca Bona alla direzione dell’Empa. Il suo terzo mandato inizierà il 1° settembre 2017.

Sotto la direzione di Gian-Luca Bona, il Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (Empa) è diventato un istituto rinomato a livello internazionale per quanto riguarda la ricerca sui materiali e le tecnologie innovative. Su queste basi, l’Empa prepara innovazioni per il mercato insieme ad alcuni partner del settore industriale. Le iniziative che incentivano il trasferimento di sapere e tecnologie nell’economia e nella società sono numerose; nella sola Svizzera la rete dell’Empa conta oltre 500 imprese partner. In stretta collaborazione con partner accademici e industriali tra le varie attività l’EMPA sviluppa le cosiddette piattaforme di trasferimento della ricerca, che permettono di realizzare più velocemente tecnologie e idee innovative. Ne fanno parte il centro per i rivestimenti e le nuove tecnologie di fabbricazione, l’edificio modulare di ricerca per l’edilizia sostenibile «NEST», la piattaforma dimostrativa «move», che punta a sviluppare la mobilità del futuro nel rispetto dell’efficienza energetica e delle risorse naturali, e la piattaforma di ricerca energetica «ehub» (abbreviazione di «Energy Hub») volta a ottimizzare la gestione dell’energia a livello di quartiere e a valutare l’impatto sulla totalità del sistema energetico.

Gian-Luca Bona ha studiato fisica al Politecnico federale di Zurigo, dove ha conseguito il dottorato nel 1987. Dopo aver collaborato con l’azienda di consulenza e servizi informatici IBM ha lavorato in diversi settori di ricerca e sviluppo sia in Svizzera che negli Stati Uniti. Nel 2009 ha assunto l’incarico di direttore dell’Empa e in questa funzione è stato nominato anche professore di fotonica presso i politecnici federali di Zurigo e Losanna. È membro di diversi organismi che si occupano di trasferimento di sapere e tecnologie, ad esempio la fondazione Swiss Innovation Park di Zurigo, il Technopark di Zurigo e il centro di ricerca per le giovani imprese e i processi innovativi glaTec.