Il CCMX svolge la funzione di catalizzatore per i partenariati di ricerca a lungo termine tra il settore dei PF e l’industria in Svizzera. Conformemente alla propria strategia per il periodo 2012–2016, 3 delle 4 nuove cattedre, in parte finanziate dal CCMX, sono state già assegnate (due all’EPFL e una all’ETH Zurigo). Anche l’occupazione della quarta cattedra procede in modo promettente. Due «Materials Challenges» (piattaforme di ricerca co-finanziate dall’industria che analizzano importanti aspetti scientifici per suo conto) sono prossime alla conclusione; nel frattempo sono state avviate le prime discussioni su ulteriori «Materials Challenges» in molti altri settori. Oltre ai 23 progetti in corso, si sono tenuti 7 ulteriori corsi e manifestazioni per ricercatori provenienti dalle scuole universitarie e dall’industria che hanno riscosso un grande successo.