Il PSI è il più grande centro di ricerca svizzero specializzato in scienze naturali e ingegneristiche.

Promuove attività di ricerca d’avanguardia in ambiti quali materia e materiali, energia e ambiente, uomo e salute. Attraverso progetti di ricerca fondamentale e applicata lavora dal 1988 allo sviluppo di soluzioni sostenibili che rispondano a questioni centrali per la società, l’economia e la scienza.

Il PSI gestisce grandi impianti di ricerca, unici in Svizzera e in parte anche nel mondo, quali la sorgente di neutroni, la sorgente di luce di sincrotrone e la sorgente di muoni. Ogni anno sono oltre 2 500 i ricercatori che dalla Svizzera e dal resto del mondo vengono al PSI per condurre esperimenti. Oltre alle proprie attività di ricerca, il PSI gestisce anche l’unico impianto svizzero per il trattamento con protoni di determinate patologie tumorali.

Dei circa 1900 collaboratori del PSI, 700 sono scienziati. La formazione dei giovani costituisce una delle priorità centrali del PSI: circa un quarto dei collaboratori sono post-dottorandi, dottorandi o studenti. Scolari, studenti universitari e professionisti seguono corsi di formazione e di perfezionamento professionale nel laboratorio iLab e nel centro di formazione dell’istituto.

Nel 2016 il PSI metterà in funzione il prossimo grande impianto di ricerca, il laser a raggi X SwissFEL, capace di rendere visibili le variazioni di breve durata delle strutture atomiche e molecolari. L’impianto permetterà ai ricercatori di raccogliere informazioni inaccessibili con i metodi attualmente disponibili. I primi esperimenti pilota sono previsti per il 2017.