L’Empa è l’istituto interdisciplinare di ricerca per le scienze dei materiali e la tecnologia. Elabora soluzioni per l’industria e la società negli ambiti dei materiali e delle superfici nanostrutturati, delle tecnologie ambientali, energetiche ed edilizie sostenibili, nonché delle biotecnologie e delle tecnologie mediche. Insieme a partner industriali e mediante aziende spin-off trasforma nei suoi centri tecnologici i propri risultati scientifici in innovazioni commercializzabili, contribuendo così a rafforzare la competitività dell’economia svizzera e a creare anche i fondamenti scientifici per uno sviluppo sostenibile della società.

Dal 1880 l’Empa fornisce agli enti pubblici dati utili per le decisioni politiche ed esegue studi commissionati dagli uffici federali. L’organico dell’Empa si compone di circa 1 000 collaboratori, di cui 29 professori e professoresse, 200 dottorandi e 40 apprendisti, ai quali si aggiungono circa 200 studenti universitari di primo e secondo livello e praticanti. Alle attività menzionate si affiancano costantemente numerosi progetti in collaborazione con ricercatori dell’industria e altri 300 progetti finanziati dal Fondo nazionale svizzero (FNS), dalla Commissione per la tecnologia e l’innovazione (CTI) e nell’ambito dei programmi quadro dell’UE.

Nel maggio 2016 a Dübendorf verrà aperto l’edificio per la ricerca e l’innovazione NEST dell’Empa e dell’Eawag. Qui verranno testati e perfezionati in condizioni reali nuove tecnologie, nuovi materiali e sistemi. La stretta cooperazione con partner operanti nei settori della ricerca, dell’economia e degli enti pubblici accelererà il processo di innovazione nel settore dell’edilizia.